Categorie
Uncategorized

La storia di Antonio Lidonnici – Credit Manager EA

Antonio Lidonnici, Credit Manager di EA ci spiega perchè è bello vincere le proprie sfide all’interno di EdiliziAcrobatica.

Buongiorno a tutti cari lettori,

oggi iniziamo con la nostra rubrica: “Le storie di EdiliziAcrobatica”.

Da oggi vi faremo entrare nel magico mondo di EdiliziAcrobatica, vi faremo conoscere le persone che, con il loro contributo, hanno formato questa azienda. Ogni persona ha una storia molto personale e interessante, e come raccontarvi chi siamo se non tramite le loro parole?

In questa prima puntata vi racconteremo la storia di un ragazzo, diventato marito, padre, scrittore uomo e manager; questa è la storia di Antonio Lidonnici, credit manager di EdiliziAcrobatica.

L’intervista ad Antonio.

Ciao Antonio, come stai? Carico come sempre?
Ciao Vero, si certo; lo sai che le novità mi piacciono!

Lo sappiamo bene qui in azienda 😉 Bene dai, andiamo alla parte saliente; raccontami un po’ come mai hai deciso di entrare in EA?
Mah, guarda, 10 anni fa stavo passeggiando per strada quanto ho visto un furgone di EdiliziAcrobatica; ne sono stato così tanto attratto che ho deciso di inviare il mio CV.

Eh lo sappiamo Antonio che il marketing fa sempre un ottimo lavoro 😉
Esattamente! Beh comunque è iniziata così la mia avventura acrobatica. Un’avventura emozionante che mi ha messo alla prova più di una volta.

Antonio Lidonnici

Scusa Antonio se ti interrompo, ma cosa vuol dire “mi ha messo alla prova”?
Quando sono entrato in EdiliziAcrobatica ricoprivo il ruolo di assistente del responsabile amministrativo.
Avevo una splendida scrivania vista bagno, immaginate che piacere trascorrere lì le giornate. Comunque un giorno il mio responsabile si è licenziato e mi sono trovato da solo a gestire tutta la parte amministrativa. L’unico problema? Non lo avevo mai fatto!

Cavolo Antonio! E come hai fatto?
Eh come ho fatto, bella domanda sai?! Beh mi sono rimboccato le maniche, ma soprattutto mi sono interfacciato con Riccardo ed Anna che mi hanno dato tutto il supporto personale e professionale e mi hanno aiutato a vincere la mia prima sfida.

La tua prima sfida? Questo significa che ne vedremo delle belle? 😊
Esattamente! La mia prima sfida, è stata proporre a Riccardo di apportare delle modifiche al mio ruolo e focalizzarmi di più sulla gestione del credito. La risposta fu: “Va bene Antonio, ma per esaudire questa richiesta ti pongo un obiettivo. 30.000 e se lo raggiungo ti faccio anche manager!” .

Scusate se lo dico, sono riuscito ad arrivare a 45.000!

E li è partita la standing ovation no?!

Esatto…ma soprattutto è partita la mia voglia di mettermi sempre in gioco e di voler dare il massimo in ogni situazione. Anche per questo ho convertito una parte del mio stipendio fisso in provvigioni (ben il 30%); così so che posso raggiungere tutti gli obiettivi e fare anche meglio!

Si direbbe che la tua vita sia solo crediti e follia.
Si potrebbe dire e invece no, ti stupirò dicendoti che sono marito, papà e scrittore.

No dai davvero? E sei riuscito a conciliare tutto ciò?
Ebbene sì, infatti ho anche pubblicato il mio primo libro ad agosto 2020 che si chiama “L’ombra del glicine”.

ombra del glicine lidonnici

Che figata Antonio, i miei più sentiti complimenti! Beh ora mi sporge spontanea la domanda: qual è il tuo segreto?
Non ho un vero e proprio segreto da svelare, posso solo dire che aver avuto in questi 10 anni di carriera, il supporto costante e la presenza di Anna e Riccardo, mi hanno portato a essere un po’ della persona che sono. Mi hanno aiutato a crescere, a credere nei miei sogni e ad inseguire ciò che voglio, sempre e comunque!

Sicuramente questa è una bella carica! Grazie Antonio ci hai dato un sacco di spunti utili!
Quindi se volete scoprire cosa vuol dire relazionarsi e sentire il supporto del fondatore di una multinazionale e non solo, scoprite le posizioni aperte ed entrate a far parte di questa famiglia #acrobatica e #speciale.

Ci vediamo presto per la prossima interessante e incredibile #storia! #staytuned

Veronica di EdiliziAcrobatica

p.s. non dimenticatevi di leggere anche voi il capolavoro di Antonio e fidatevi se ve lo dice una pigra come me nella lettura, vuol dire che merita proprio 😉